Campo Croce Rossa, aumentano i profughi ma nessuna emergenza sanitaria

LUCCA - Con l'avanzare dell'estate è tornato ad aumentare il numero dei profughi ospitato al campo della Croce Rossa delle Tagliate. I numeri comunque, almeno fino ad oggi, sono gestibili con relativa tranquillità.

-

Attualmente i richiedenti asilo sono 137, di cui 18 donne, tre delle quali in gravidanza, e sedici minori. E in particolare, riferisce la coordinatrice medica Veronica Lodovici, attualmente non sono in corso emergenze sanitarie particolari e non c’è nessun tipo di pericolo per la popolazione. Nei giorni scorsi si era parlato di casi di scabbia e tubercolosi. Ma, riferisce la dottoressa, la scabbia è una patologia che si manifesta a volte anche nelle scuole, che può essere curata senza. L’ultimo caso al campo si è verificato lo scorso giugno. Per quanto riguarda la tubercolosi, fino ad oggi alle Tagliate non si sono mai verificati casi infettivi.

In ogni caso, conclude la dottoressa, il campo ha una struttura medica che gestisce costantemente la situazione ed è in grado di far fronte tempestivamente ad ogni evenienza. Sono presenti quattro medici della Asl  e due medici volontari della Croce Rossa, oltre a quattro infermieri.

In generale comunque, assicura il presidente della Croce Rossa, enzo Fasano, si va verso Ferragosto in una situazione di relativa tranquillità, grazie anche alla collaborazione tra profughi e personale del Campo.

Il futuro ovviamente è difficile da prevedere, in particolare con la situazione di nuovo in evoluzione in Libia.

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento