“La rivolta degli straccioni” di Possenti esposto in sala giunta

LUCCA - Il quadro realizzato dall'artista recentemente scomparso e donato all'amministrazione provinciale nel 2004, da pochi giorni fa bella mostra di sé nella prestigiosa Sala giunta e conferenze di Palazzo Ducale, negli ambienti della Presidenza della provincia di Lucca..

-

Menesini con quadro Possenti.jpg

La decisione l’ha presa il presidente della Provincia Luca Menesini con l’obiettivo di valorizzare l’opera del grande artista lucchese, finora appesa in altri locali della Presidenza e, precedentemente, nell’ufficio del responsabile del settore cultura e beni culturali. La nuova collocazione dell’opera – spiega Menesini – è un modo per dare più degna visibilità ad un quadro espressamente donato dal Maestro Possenti alla Provincia alla chiusura della sua mostra personale ‘Vademecum per il viaggiatore visionario’, allestita nella sale di Palazzo Ducale nel 2004, ma soprattutto vuole omaggiare la produzione stessa dell’artista che tanto ha dato alla città di Lucca e al suo territorio e all’ente Provincia stesso, con il quale aveva instaurato una proficua collaborazione artistica dall’inizio degli Anni Duemila”. Il quadro in questione raffigura – sempre con i colori, il segno inconfondibile e il tratto visionario di Possenti – la storica Rivolta degli Straccioni del 1° maggio 1531, quando i setaioli lucchesi riuniti in San Francesco per festeggiare l’arrivo del mese di maggio si ritrovarono ‘armati’ e organizzati dietro ad un gonfalone fatto di uno straccio nero per recarsi a protestare sotto al Palazzo del Governo presieduto dagli Anziani. La rivolta degli Straccioni” faceva parte della serie di 60 opere che componevano la mostra ‘Vademecum per il viaggiatore visionario’ del 2004 allestita dagli arch. Pietro Carlo Pellegrini e Alessandra Guidi in collaborazione con il progetto “Città Sottili” di Lucense e Co.mie.co. Nella rassegna Possenti illustrava eventi, personaggi e architetture tra i più significativi e curiosi della sua città natale. Il percorso espositivo – come si può evincere anche dal link ancora attivo sul sito di Palazzo Ducale (http://www.palazzoducale.lucca.it/eventi_mostra.php?idevento=51) era articolato in tre sezioni: vedute e scorci; personaggi più significativi; avvenimenti storici. “La rivolta degli Straccioni” faceva parte ovviamente di quest’ultima sezione al fianco di quadri che ricordano, tra l’altro, la battaglia di Altopascio, la Congiura dei Poggi e il miracolo di S. Paolino.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento