Lucchese femminile affronta la Fiorentina in Coppa Italia

CALCIO DONNE - La squadra del presidente Chiocchetti e del riconfermato tecnico De Luca se la vedrà con le fortissime viola, candidate allo scudetto, nel primo turno di Coppa Italia. Gara di andata sabato prossimo (ore 18) al Bui di San Giuliano Terme. Dal 2 ottobre scatterà il campionato in un girone a 12 con Juventus e Torino.

-

 

Lucchese anche al fermminile. E che Lucchese. Intanto la squadra del presidente Marco Chiocchetti, neopromossa in serie B e che qui vediamo in allenamento, si accinge ad affrontare una stagione a dir poco esaltante e si spera ricca di soddisfazioni. Chiaro che l’asticella tecnica ed agonistica si è alzata e non di poco, Qui vediamo la truppa in un allenamento al “Serpentone” di Santanna: le gare ufficiali saranno invece disputate al Bui di San Giuliano Terme con un’altra squadra nostrana, dopo il Ghiviborgo, costretta a svernare fuori provincia. La rosa è stata rinnovata e rimpolpata con l’innesto di diverse giocatrici di esperienza che vanno ad affiancare le molti giovani provenienti dal vivaio. Consolidato anche il ruolo di mister Andrea De Luca che va ad iniziare la quarta stagione sulla panchina gialloblu. Il primo impegno ufficiale della Lucchese al femminile è fissato invece per sabato prossimo (ore 18) a San Giuliano Terme per il primo turno di Coppa Italia contro la fortissima Fiorentina, compagine di serie A. Anzi la squadra viola che fa parte della società dei Della Valle, punta con decisione allo scudetto. Il match di ritorno si disputerà il 4 settembre a Firenze per un doppio confronto che almeno sulla carta pare proibitivo. Poi dal 2 ottobre sarà già campionato. La Lucchese è inserita nel girone A, raggruppamento a 12, con formazioni piemontesi 8ci sono le blasonate Juventus e torino), liguri, le sarde Oristano e Caprera e l’Empoli, unica altra toscana del raggruppamento. Naturalmente in casa lucchese si punta alla salvezza, retrocede solo l’ultima classificata e si spera come ribadito dal presidente Marco Chiocchetti in un sostegno economico fondamentale affinchè questa bella realtà del calcio nostrano possa rimanere a determinati livelli.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento