Renzi alla Versiliana, immigrazione e politica internazionale

MARINA DI PIETRASANTA - Non ha atteso il termine della finale olimpica di pallavolo tra Italia e Brasile (azzurri sconfitti 3-0) Matteo Renzi per presentarsi all'incontro del Caffè della Versiliana condotto da Paolo Dal Debbio e trasmesso in diretta su NoiTv (in replica questa sera alle 23).

-

not_imm_renzi.avi.Immagine001

Tanta politica internazionale nella prima parte dell’incontro, dedicato all’immigrazione e al caso turco. “Quest’anno abbiamo accolto 150.000 profughi, in Germania ne sono arrivati 1 milione – ha detto Renzi -. L’Europa non ha fatto abbastanza, ma l’Italia non è la più penalizzata. Il nostro obiettivo è aiutare queste persone nei loro paesi, ma allo stesso tempo non possiamo non soccorrerli e poi accoglierli” ha continuato il Premier.

Sulla manovra: “Noi siamo tra i più virtuosi in Europa e il nostro Governo sta facendo meglio di quello di Monti e Letta. Ridurremo ancora la pressione fiscale, è una priorità per tutte le famiglie”.

Poi il referendum, Del Debbio chiede “Cosa farà se vince il no?”. “Ho già risposto – ha detto Renzi -, per colpa mia si sta spostando l’attenzione sul testo della riforma che taglia i costi della politica, ottimizza il ruolo delle regioni, elimina il ping pong Camera-Senato ecc. Chi vota no vuol dire che si vuole tenere tutte queste cose. Voglio dire una cosa all’Anpi: il presidente venga con me ad una Festa dell’Unità per dare vita ad un dibattito sul si e sul no insieme a me”.

Non è mancata qualche piccola contestazione. “Pinocchio” ha gridato un uomo, “E’ una bella favola Toscana, oltretutto che finisce bene” ha risposto simpaticamente Renzi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento