Troppa droga e violenza in Pineta: chiude “Il Pino sul tetto”

VIAREGGIO - "Dopo un calvario di 13 anni, circondati dagli zingari dal 2003 al 2006 e dagli spacciatori marocchini dal 2006 ad oggi, siamo costretti a gettare la spugna. "Ad impossibilia nemo tenetur", non siamo obbligati all'impossibile e la nostra resistenza e' crollata". Così i titolari del "Pino sul Tetto", storico locale della Pineta di Ponente, hanno annunciato su Facebook la chiusura.

- 1

pineta

Un annuncio che in poche ore ha guadagnato migliaia di reazioni, condivisioni e commenti.

“Ci mancava l’omicidio a 50 metri dal locale, conferma tragica di ciò che, inascoltati abbiamo inutilmente denunciato da un decennio con atti regolarmente protocollati. Le amministrazioni hanno ignorato il problema, a partire da quel Marcucci, che mai ci degnò di un ascolto, per finire con gli ultimi, che in un solo anno non ce l’hanno fatta a rimediare” – così scrivono con amarezza i titolari.

Commenti

1


  1. Un triste annncio. Io che a Viareggio sono nato e che ho trascorso la mia infanZia in quel tratto di stupenda (allora) pineta ricordo che il pino sul tetto era per me un simbolo e un punto di ritrovo per le nostre corse pazze in bici e per una sosta al Gatto Nero.
    Viareggio sta morendo giorno per giorno senza che nessuno faccia niente.
    E con lui muore Qualcosa anche dentro di noi.

Lascia un commento