Violentava la moglie, i vicini danno l’allarme; arrestato dalla polizia

LUCCA - La Squadra Volante, nella notte tra sabato e domenica 14 agosto, ha proceduto all’arresto di un italiano 47enne residente a Lucca, ritenuto responsabile del delitto di violenza sessuale aggravata.

-

polizia

In particolare, le pattuglie della Squadra Volante, impegnate nei servizi di controllo del territorio, sono tempestivamente intervenute nella zona di S.Anna, dopo che numerose telefonate al 113 segnalavano urla disperate di una donna provenienti dall’interno di un
appartamento.

Gli operatori, individuato l’appartamento interessato da dove effettivamente provenivano le grida di una donna, non ricevendo alcuna risposta dopo aver suonato più volte il citofono, hanno deciso di sfondare letteralmente la porta d’ingresso dell’abitazione per farvi ingresso.

Una volta all’interno gli agenti, constatato che arrivano richieste d’aiuto da una stanza e una voce maschile rifiutava l’apertura della porta, hanno forzato anche quest’ultima. Nella stanza hanno trovato una giovane, nuda e in evidente stato di shock, che presentava numerose ecchimosi al viso e alle braccia. Insieme con lei, il suo stesso marito italiano, anch’egli nudo, il quale riferiva che da giorni la propria moglie rifiutava di avere rapporti sessuali. A causa di un ennesimo rifiuto, aveva deciso di prenderla con la forza.

L’uomo, dopo aver accusato gli agenti di aver fatto ingresso arbitrariamente in casa, ha afferrato una confezione di detersivo cercando di ingerirne il contenuto. Ma è stato bloccato ed arrestato dagli operatori. Nel contempo per la donna, ricoverata in ospedale, è stato attivato il “codice rosa”. Mercoledì 17 agosto, l’Autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto ed il 47enne è rimasto in carcere.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento