La polacca Jasinska cerca il tris al 21esimo Giro di Toscana

CICLISMO - Attesa finita: da venerdì 9 a domenica 11 settembre, sulle strade del Granducato, si potrà assistere alla 21esima edizione del Giro della Toscana Internazionale”, organizzato dalla società ciclistica “Michela Fanini” di patron Brunello Fanini.

-

 

La formula, vincente del Giro di Toscana femminile giunto alla 21esima edizione, è la solita: tre giorni di spettacolo, tre giorni di sfide per stabilire chi sarà la nuova Granduchessa di Toscana… chi riuscirà a scrivere il proprio nome in un Albo d’Oro a dir poco…mondiale. Lo scorso anno a stappare lo spumante fu la polacca Malgorzata Jasinska, già trionfatrice nel 2012, e di nuovo presente con la sua “Alè Cipollini” per difendere l’ambito titolo. L’Italia non vince dal 2007 con Noemi Cantele. Al via ci saranno 150 atlete, 20 squadre (12 straniere, 8 italiane) e ben 25 nazioni rappresentate. Si tratterà di un weekend lungo e ricco di emozioni, iniziative e di grande ciclismo. 232 i km da percorrere per un Toscana che scatterà venerdì 9 settembre con il cronoprologo di Campi Bisenzio (per l’occasione spostato al pomeriggio, inizio ore 16), proseguirà sabato 10 con l’impegnativa Segromigno Piano-Porcari-Segromigno Piano e si concluderà domenica 11 con l’insidiosa Lucca-Capannori. In palio 5 maglie ufficiali: quella rosa (riservata alla leader della classifica generale), la ciclamino (per la classifica a punti), la azzurra (per i traguardi volanti), la verde (alla più brava in salita), la bianca (alla giovane più promettente) e quella a pois (per le straniere). L’intero Giro della Toscana è dedicato a Michela Fanini, indimenticabile campionessa lucchese scomparsa a soli 21 anni, il 26 ottobre 1994 in un tragico incidente stradale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento