Nuovo obbligo di permanenza in casa per minorenne autore già di tre rapine

LUCCA - Il Tribunale per i minorenni di Firenze ha sottoposto alla misura della permanenza in casa un minore di origini marocchine, presunto autore di due rapine consumate la sera del 13 luglio scorso, a Lucca, nei pressi del Baluardo San Colombano.

- 1

In quell’occasione due giovani, armati di coltello, a volto coperto, rapinarono un gruppo di coetanei che si intrattenevano sulle mura  per trascorrere la serata; puntando l’arma ad uno di essi intimarono di consegnare i portafogli e i cellulari. Prima di andar via uno dei due minacciò di fare del male a chi lo avesse denunciato.

Immediatamente dopo i due consumarono una seconda rapina con le medesime modalità; tra gli oggetti sottratti diversi Iphone.

Ad individuare il giovane oggi indagato è stata la Squadra Mobile di Lucca.

Al momento di eseguire la misura il minore era già sottoposto all’obbligo di permanenza in casa per un’altra rapina commessa a Lucca, con le medesime modalità, il 5 agosto scorso.

Commenti

1


  1. Ma stiamo scherzando fa notizia perchè ancora ai domiciliari… ma gente così dovrebbe
    marcire in galera.
    Pensate al trauma del coetaneo che si è visto puntato il coltello…
    Ci vuole pugno duro Lucca sta piano piano degradando aumentano i furti e rapine e nessuno dice niente
    Lucchesi svegliamoci.

Lascia un commento