Rugby Lucca, al via la nuova stagione

RUGBY C - Anche per il Rugby Lucca è tempo di iniziare la preparazione in vista della nuova stagione. La squadra, reduce dalla vittoria in Coppa Toscana del giugno scorso, anche per quest’anno sarà affidata a Matteo Giovannico. Al primo anno da head coach, dopo una vita passata a lottare in campo con i compagni, il giovane tecnico, lucchese doc, ha chiuso la regular season al terzo posto sfiorando la promozione (sfumata nella finale play-off contro l’Elba Rugby).

-

 

La formazione biancorossa parte con rinnovate ambizioni di alta classifica. La squadra si poggerà sulla consolidata base di senatori che compongono il gruppo storico ma, accanto ad essi, ci saranno alcuni importanti innesti che consentiranno un deciso salto di qualità, senza dimenticare il rientro di alcuni infortunati di lungo corso che daranno anch’essi un contributo decisivo ai risultati della squadra. Con la pattuglia di squadre toscane che prendono parte al campionato di “Serie C nazionale” ulteriormente rimpolpata da Cavalesto, Firenze 1931 ed Elba, la squadra lucchese diventa logicamente, almeno sulla carta, la principale candidata alla vittoria del campionato e al salto di categoria. Obiettivo che la società del Presidente Andrea Urso non nasconde di voler perseguire. A tal fine, la società quest’anno investirà gran parte delle proprie risorse nella formazione dei tecnici ed inoltre, cercherà di reperire le risorse necessarie alla ristrutturazione degli impianti, con l’inserimento di un locale palestra, l’ampliamento degli spogliatoi e la creazione di un nuovo locale per il terzo tempo: elementi indispensabili per una squadra che ambisca ad un salto di qualità. Reperire queste risorse non sarà semplice ma i dirigenti biancorossi sono già al lavoro in questo senso. Ma ci saranno importanti novità anche per quanto riguarda il settore giovanile. rosea. Per questo motivo, la società biancorossa ha stretto un accordo con il Montelupo-Empoli per la creazione di una franchigia. Lo scopo di questo progetto è quello di dare ai ragazzi la possibilità di giocare e confrontarsi ad un livello adeguato a quelle che sono le loro qualità.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento