Saranno monitorate le vibrazioni del campanile di San Frediano

LUCCA - È stato installato sul campanile della Basilica di San Frediano un nuovo sistema per il monitoraggio delle vibrazioni di edifici storici, realizzato, nell’ambito del progetto Monster, cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, dai laboratori “Meccanica dei Materiali e delle Strutture” e “Reti Wireless” dell’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione “A. Faedo” del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (ISTI-CNR).

-

Il progetto, che coniuga innovazione ed economicità, ha consentito l’applicazione di tecnologie  sviluppate da ISTI-CNR per il monitoraggio di costruzioni storiche. In particolare, è stato realizzato un sistema di sensori a basso costo per la misura, su lunghi periodi, delle vibrazioni di questi delicati manufatti. “In buona sostanza – spiega la responsabile del progetto Maria Girardi – a differenza di quanto si faceva fino a qualche anno fa, sollecitando artificialmente le strutture per misurarne la risposta dinamica, in questo caso si è scelto di monitorare, nel tempo, le vibrazioni indotte dal traffico, dal vento, persino dalle persone che transitano nelle vicinanze dell’edificio.

Questo consente, da una parte, di acquisire importanti conoscenze sul comportamento dinamico dell’edificio, dall’altra, di controllarne lo stato di salute strutturale: infatti, significative variazioni nel tempo delle sue caratteristiche dinamiche possono essere indice di danno e devono mettere in allerta chi è preposto alla sua tutela”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.