Comics, in città oltre 40 temporary store; e gli affitti sono d’oro

LUCCA - Sono oltre 40 i temporary shop, i negozi temporanei che sono comparsi in centro storico a Lucca in occasione dei Comics. Per la maggior parte vendono gadget, giochi e fumetti, alcuni sono alimentari.

-

 

Sono spuntati al posto di immobilari, parrucchieri, negozi di abbigliamento. Che hanno affittato volentieri e a peso d’oro. Per cinque giorni si arriva anche a 10mila euro o giù di lì anche se, al microfono, nessuno vuole dire la cifra.

Ma gli standisti dei Comics cosa ne pensano della concorrenza dei negozi temporanei? Per la maggior parte nei padiglioni espongono aziende di grandi dimensioni che ritengono di non soffrire della concorrenza dei temporary shop. Il problema comunque non lo sottovalutano.

Ad essere un po’ preoccupati sono soprattutto gli organizzatori della manifestazione. Il ragionamento è questo: con tanti negozi di giochi e fumetti a disposizione, chi viene ai Comics e vuole comprare qualcosa non è più obbligato ad acquistare il biglietto d’ingresso per accedere ai padiglioni. Gli incassi della manifestazione calano e il giochino comincia a rompersi. Per questo si mormora che dalla prossima edizione ci possa essere un giro di vite sui temporary store. E a rimetterci sarebbero quegli oltre 40 negozianti lucchesi che con i Comics guadagnano migliaia di euro con gli affitti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento