Lucchese non può sbagliare al Garilli

CALCIO LEGA PRO - Lucchese impegnata domenica (ore 18,30) sul campo del Pro Piacenza di Fulvio Pea. Galderisi recupera Florio, Terrani e De Feo e pare oreintato a confermare la formazione-tipo di questa fase stagionale. Rossoneri confortati anche dalla buona tradizione: una vittoria e un pareggio al Garilli.

-

La Lucchese vira di nuovo verso il nord, stavolta meno profondo, ma pur sempre oltre l’Appennino. i rossoneri saranno infatti impegnati domenica (nel canonico per loro orario delle 18,30) a Piacenza contro la Pro di Fulvio Pea, indimenticato ex-tecnico della Pantera. Compito non proibitivo sulla carta per la squadra di Galderisi anche se la classifica qualche volta, per non dire spesso, può trarre in inganno. Tuttavia è chiaro che la Lucchese, ringalluzzita dagli ultimi risultati, punta con decisione a tornare dal campo degli emiliani con qualche punto in saccoccia: tre sarebbe ottimale. Ma poichè ciò avvenga Nolè & C. dovranno sfoderare una prova impeccabile e senza quelle sbavature difensive talvolta fatali. Il Nanu è confortato da recuperi importanti che gli permetteranno di riproporre, Mingazzini a parte, lo schieramento-tipo. In spiccioli questa la probabile formazione della Lucchese col 3-4-2-1: Nobile (o Di Masi) in porta; Espeche, Maini e Capuano in difesa; Florio, Bruccini, Nolè e Cecchini in mediana; De Feo e Terrani a sostegno del centravanti e capocannoniere del campionato Francesco Forte.

Il pallone racconta che la tradizione è favorevole alla Lucchese. Nei due precedenti del Garilli una vittoria, datata 5 maggio 2013 con rete di Chiarabini, ai tempi della serie D. In Lega Pro, gara cui si riferiscono le nostre immagini, si giocò invece il 9 maggio 2015. Ultima di campionato e gara ormai ininfluente. Il Pro Piacenza si portò in vantaggio con Speziale e andò vicino più volte al raddoppio. Ma quella Lucchese allenata all’epoca proprio da Galderisi trovò il punto del pareggio con Benedetti all’incedere del 90°. Chissà se un pareggio stavolta accontenterebbe qualcuno…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.