Un Due Valli da cuori forti, ecco la sfida finale. Ucci ci prova

MOTORI - Fine settimana emozionante con il 34esimo rally Due Vali, ottava ed ultima prova del Cir 2016. Sulle strade veronesi si decide il campionato italiano con tre pliloti, Basso, Andeucci e Scandola ancora in lizza. 11 le PS suddivise in due tappe. Oltre ad Ucci per i colori lucchesi al via anche Luca Panzani e la navigatrce Jasmine Manfredi.

-

 

Torricelle, Roncà, Erbezzo, Cà del Diaolo, nomi che forse dicono poco ai non addetti ai lavori, decisivi invece per il destino del CIR 2016. Quelli appena snocciolati sono infatti alcune delle prove speciali che, da venerdì sera a domenica pomeriggio, decideranno il campionato italiano rally 2016. Un campionato tanto incerto che si ricordano pochi precedenti visto che a 11 prove speciali dalla fine ben tre piloti, Basso, Andreucci e Scandola, si contendono l’ideale scudetto dei motori. Paolo Andreucci sogna il decimo titolo di una carriera lunga e gloriosa ma sa che al momento la sua Peugeot non offre le garanzie e l’affidabilità delle macchine dei suoi grandi rivali. Lui, che è anche un pò arrabbiato per uno sviluppo che non c’è stato, ci metterà la sua classe cristallina e quella capacità di tirar fuori il 110% anche da situazioni non proprio di vantaggio. Deve recuperare 75 centresimi di punti, quisquiglie, al leader Basso. Si può fare, ma non sarà facile. Già Basso che pareva perduto a primavera e che invece ha vissuto con la sua Ford Fiesta della BRC un’estate da leone. Il pilota trevigiano ha il vantaggio di essere in testa e di aver trovato un feeling fantastico con la macchina. il suo limite, palesato anche al Roma Capitale può essere la troppa pressione che talvolta lo porta a strafare e a sbagliare. Si può fare e resta il logico favorito. E poi c’è il terzo uomo, il terzo incomodo: Umberto Scandola. L’alfiere della Skoda corre sulle strade di casa dove non a caso ha vinto anche lo scorso anno. Paradosslamente potrebbe anche vincere le due tappe e il rally e non brindare al secondo titolo tricolore. Il suo svantaggio nei confronti di Basso e anche di Ucci è di circa 6 punti, 6,25 e 5,50 per l’esattezza. Si può fare ma deve sperare in una debacle di entrambi i suoi avversari. Pronostico difficile se non impossibile anche perchè sulla corsa incombe l’incognita del tempo e della pioggia che potrebbe rimescolare le carte. Inifne ricordiamo che il rallismo lucchese vedrà al via anche Luca Panzani e Sara Baldacci con la Renault Clio s.1600 a caccia del titolo delle due ruote motrici, e la navigatrice Jasmine Manfredi che affiancherà alle note Corinne Federighi nel campionato italiano femminile.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento