Celebrata la festa delle forze armate e dell’unità nazionale

LUCCA - Tradizionale manifestazione per commemorare la ricorrenza del 4 novembre, festa delle forze armate e dell'unità nazionale. Dopo la deposizione della corona d'alloro alla statua dei caduti, alzabandiera in cortile degli Svizzeri.

-

4 novembre, festa delle forze armate e dell’unità nazionale. Anche Lucca ha celebrato la ricorrenza in cui si ricorda la firma dell’armistizio che portò alla fine della guerra contro l’Austia dopo la vittoria di Vittorio Veneto. Dopo la deposizione di una corona di alloro presso il monumento ai caduti di piazza XX settembre, autorità civili e militari hanno presenziato alla cerimonia religiosa nella chiesa di San Michele. Al termine dela messa, le celebrazioni vere e proprie, con l’alzabandiera in cortile degli Svizzeri alla presenza del Prefetto Giovanna Cagliostro , il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e quello di Porcari Alberto Baccini in rappresentanza della provincia . Dopo la sfilarta dei labari delle associazioni di reduci e dei comuni, la lettura dei messaggi inviati al capo dello stato Sergio Mattarella e dal ministro dell’interno Angelino Alfano. Nel proprio intervento, il prefetto Cagliostro ha ricordato questa commemorazione specialmente in riferimento all’unità nazionale, tema quantomai attuale dopo il sisma del centro Italia. L’orazione conclusiva è stata tenuta dal generale Lio Micheloni, presidente della confederazione delle associazioni combattentistiche e patriottiche della provincia. Presenti alla cerimonia anche alcuni alunni della scuola elementare Radice. Assente, purtroppo la componente civile: in pochi infatti hanno assistito alla commemorazione di cortile degli Svizzeri.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento