Ladri acrobati arrestati dai carabinieri dopo un colpo a San Filippo

LUCCA - I carabinieri hanno arrestato tre giovani albanesi incensurati, fermati dopo un furto commesso in un'abitazione di via di Tiglio. I tre erano riusciti a non farsi sentire dai proprietari che erano in casa, ma sono stati notati da un passante che ha dato l'allarme.

- 1

 

Erano riusci a farla franca, entrando come acrobati all’interno di un’abitazione di via di Tiglio al primo piano e senza farsi scoprire dai proprietari a portare via i preziosi custoditi in camera da letto, ma un passante ha visto chiaramente uno di loro mentre fuggiva e così i carabinieri sono riusciti a incastrarli. Sono finiti in carcere con l’accusa di furto e danneggiamento in concorso tre giovanissimi albanesi con età compresa tra i 21 e i 24 anni, tutti incensurati.

Il fatto è avvenuto martedì sera. Mentre i proprietari non si accorgevano di niente i tre agivano indisturbati: uno ad attendere in auto, gli altri due abilissimi nell’arrampicarsi al primo piano e facendo poco rumore a spaccare una finestra con il cacciavite. Peccato per loro che al momento di fuggire siano stati notati da un passante che ha chiamato i carabinieri. I militari hanno fermato l’auto con i tre poco distante; ad un primo controllo non hanno trovato niente, ma non si sono arresi. Hanno portato i tre in caserma e chiesto al testimone la descrizione del ladro visto fuggire. L’abbigliamento combaciava con quello di uno dei fermati e così i carabinieri hanno perquisito a fondo la macchina fino a trovare la refurtiva, nascosta sotto la cuffia del cambio.

Processati per direttissima, i tre giovani rimarranno in carcere in attesa della nuova udienza dopo la richiesta degli avvocati dei termini a difesa.

Commenti

1


  1. Per cortesia stategli dietro e fateci sapere quanto tempo questi tre delinquenti restano in carcere.
    E mi raccomando la macchina, fategliela trovare pulita e lavata.

Lascia un commento