Lucchese arrembante vuol graffiare il Renate

CALCIO LEGA PRO - Seconda gara interna consecutiva per la Lucchese che domenica (ore 18,30) ospita il neopromosso Renate. E' una sorta di derby tra...Pantere. Galderisi recupera Mingazzini e Terrani. Dubbio Merlonghi-Florio sulla fascia destra. Tre vittorie consecuitve per Nolè & C. al Porta Elisa.

-

Una domenica che può essere speciale e che sarà intensa per la Lucchese: sul campo, ma non solo. Domenica sera è infatti prevista la tanto attesa assemblea dei soci. Ma andiamo sulle vicende tecniche. La squadra di Nanu Galderisi se la vedrà infatti con il Renate in quella che è la seconda gara interna consecutiva. Chiaro che dopo aver battuo la quotata Viterbese i rossoneri puntano al bis contro i neroazzurri di mister Foschi. Una vittoria avrebbe grande valore poichè consentirebbe di guadagnare almeno un’altra posizione, sorpasso sullo stesso Renate, ma forse anche qualcosa di più. Insomma permetterebbe ad una Lucchese in netta crescita di entrare a pieno diritto tra le squadre che ambiscono ad un posto al sole alle spalle delle due grandi Alessandria e Cremonese. L’impegno si profila però piuttosto insidioso come dimostra l’ottimo avvio stagionale di un Renate neopromosso, ma garibaldino e battagliero. Visto che la Pantera è il simbolo anche della squadra lombarda ci possiamo aspettare ruggiti a sfondo calcistico. Qualche novità nella Lucchese rispetto all’undici di domenica scorsa. Riepilogando queste le scelte del Nanu: Nobile in porta; Espeche, Dermaku e Maini in difesa; Merlonghi (o Florio), Mingazzini, Nolè e Cecchini cerniera mediana; De Feo e Terrani ad agire ai lati e a supporto del centravanti Forte. Nessun precedente tra le due squadre. Va però sottolineato che l’ultima lucchese versione-casalinga fa perlomeno ben sperare e induce all’ottimismo. Nelle ultime tre gare giocate sul campo amico i rossoneri hanno infatti inanellato altrettante vittorie. 4-0 alla Lupa Roma, 3-0 al Prato e 2 a 1 il fresco ricordo di una settimana fa alla Viterbese. Un bel tris è già stato servito ma chissà potrebbe diventare anche un magnifico poker.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.