Lucchese tra fiducia e…rimpianto

CALCIO LEGA PRO - La Lucchese torna da Piacenza con un pareggio che lascia adito a molti rimpianti. Gara dominata dai rossoneri ma non concretizzata. Serata magica del portiere locale fumagalli. Mercoledì riprende la preparazione in vista della difficile gara interna di domenica prossima (ore 18,30) contro la quoata Viterbese.

-

Perdere due punti nella nebbia di Piacenza dove tra i girigiori dellì’autunno incalzante e avanzante si è vista una sola squadra: la Lucchese. Una Lucchese in giallo, ma soprattutto in bianco, visto il punteggio finale di 0 a 0 che non rende assolutamente merito alla compagine di Galderisi. In tal senso due annotazioni: la prima è che il piccolo-grande Nanu ha saputo dare un’anima e un gioco a questa squadra. L’altra, invece, in tono polemico ma ribadiamo forte: ma dove crescono e studiano gli scienziati della Lega Pro che decidono gli orari assurdi di far giocare alle 18,30 in questa stagione penalizzando tutto e tutti ? Guardate le immagini per credere e diteci se non basterebbe un pizzico di buon senso. Tornando al match del Garilli restano i complimenti di ea e del presidente del Pro Piacenza, ma anche le troppe occasioni sprecate e le parate del portiere Fumagalli cha ha trovato una serata di grazia. Ma ci può stare.

Peccato anche per la classifica che non decolla. Una vittoria avrebbe dato ulteriore slancio alla Lucchese che invece continua a veleggiare nel limbo del centroclassifica. Tolte però Alessandria e Cremones, forse Arezzo, le altre ci sembrano tutte alla portata di Nolè & C.

Intanto dopo la festa del 1° novembre, mercoledì riprende la preparazione. Domenica arriva la Viterbese, quarta forza del campionato e dunque test più che mai attendibile per vagliare e soppesare le reali chances della Lucchese. Da valutare le condizioni di Terrani uscito acciaccato dal Garilli, ma non dovrebbe trattarsi di nulla di grave. Sul resto del fronte si ripropongono anche gli esperti Di Masi in porta e Fanucchi che ha avuto buon impatto a Piacenza e la cui esperienza potrebbe ancora servire alla causa rossonera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.