Prà di Lama, dichiarazioni choc di un’esperta Ingv; l’Istituto: “Parla a titolo personale”

PIEVE FOSCIANA - Hanno suscitato sconcerto e rabbia tra gli amministratori locali, le dichiarazione della dirigente dell'INGV riportate dal quotidiano "Il Tirreno" riguardo la pericolosità della faglia sotto il laghetto di Prà di Lama. Dichiarazioni da cui lo stesso INGV ha preso le distanze.

- 7

“Il lago di Prà di Lama, in Garfagnana è all’incrocio di due faglie in movimento. E i segnali raccolti sul posto pochi giorni fa sono preoccupanti”. Queste le dichiarazioni oggi sul “Tirreno” di Lucca attribuite a Fedora Quattrocchi, dirigente dell’Ingv.

Secondo le dichiarazioni riportate sulla stampa, e confermate telefonicamente dalla stessa Quattrocchi, l’allagamento in corso nella zona in questi giorni, sarebbe da attribuirsi a movimenti tettonici, attualmente senza eventi sismici, ma che potenzialmente potrebbero liberare energie per magnitudo importanti, oltre i 5,5 gradi.

Sulla questione abbiamo interpellato l’Ufficio stampa dell’Istituto Nazionale di Vulcanologia,  che si è limitato a chiarire che la Quattrocchi non fa parte del gruppo di persone autorizzate a parlare a nome dell’Istituto e che quindi rilascia dichiarazioni a puro titolo personale. Dichiarazioni che hanno però provocato forte preoccupazione nella popolazione e colto di sorpresa il sindaco Francesco Angelini, che si è detto sconcertato per i modi con cui ha appreso la notizia.

Commenti

7


  1. Strano veramente che la Quattrocchi abbia lasciato questa dichiarazione in quanto titolate del centro di ricerca della geologia dei fluidi presso INGV sicuramente una persona competente e preparata

    • Fedora Quattrocchi


      Cari tutti,
      tutti a INGV parlano a titolo personale quando fanno una ricerca e io sono l’ unica persona in INGV ad avere un Master in Comunicazione multimediale della Business School de il sole 24 Ore e premio alla carriera di 20 anni di tutti i master della Business School de Il sole 24 ore …. (credo non ci siano geologi in italia oltre me ad avere questo premio) o studio la sismogeochimica con attestato di comunicazione della scienza SISSA (che bel pochi anni in italia).

      Io non ho previsto alcun terremoto ma ho detto ben altro: ho correlato temporalmente un evento di fratture estensive al laghetto pra di lama con in generale eventi distensivi in Italia centrale a castelfiorentino (nello stesso periodo). Mi sono basata su studi geologici della garfagnana di Scandone e di altri (faglie appenniniche ed antiappenniniche in zona studiata). Se questo vuol dire “prevedere un terremoto” allora leggete meglio l’articolo. Nessuno ha usato la parola “previsione”. Il de stefani nel 1920 in occasione del fortissimo terremoto che fu distruttivo in garfagnana parlò di questo laghetto e delle sue fratture e emissioni di gas. Quindi io non ho detto che ci deve necessariamente essere un tale terremoto ma che la storia geologica del passato ci deve far riflettere sul presente.
      Le mie competenze sono indiscusse.
      Io ho fatto un concorso – lo stesso che ha svolto carlo doglioni e con medesima Commissione Maffei – per fare il presidente INGV e sono arrivata in terza posizione per la parte gestionale tra i candidati interni a INGV e sono unico dirigente tecnologo sismogeochimico di INGV che da 25 anni si occupa di studiare questa zona della garfagnana dal punto di vista sismogeochimico ed a più riprese.
      Se non ho titolo io per parlare di questo, chi in INGV ha titolo ? Ci sono altri motivi affinchè io non parli come INGV ? Non mi interessa. Parlo allora a titolo personale: oneri ed onori.
      Sono disponibile a mandare mio CV e dichiarazioni dell’ex presidente INGV Enzo Boschi (30 anni di presidenza) su questi aspetti del mio CV.
      Tutta questa storia certà avrà un seguito perche io ho ben avvisato ufficio stampa che vi erano dei giornalisti interessati al caso del laghetto e nessuno si è curato di sapere che tipo di studi avevo fatto e da 26 anni.
      Ad ogni modo, siccome quello che ho scritto è vero a meno di piccole puntualizzazioni nel virgolettato che ho fatto presente a Ufficio Stampa ed al giornalista (es. cambio di nome della unità funzionale etc…) io sono a posto e conservo tutte le mail e tutto.
      U/n abbraccio sereno a tutti
      Fedora

  2. Fedora Quattrocchi


    caro giornale,
    peraltro trovoestremamente discutibile che mettiate un filmato della mia persona che risale al campionamento del laghetto avolto nel 2013.

    • Redazione NoiTV


      Dottoressa Quattrocchi, nel pezzo pubblicato sul Tirreno viene riportata la frase virgolettata: “I segnali raccolti sul posto pochi giorni fa sono preoccupanti”. Ma chi si deve preoccupare e di cosa?

  3. Fedora Quattrocchi


    Cara redazione,
    faccio inoltre presente che – parlando in data odierna alle ore 17:00 con Ufficio Stampa INGV – l’unità di crisi INGV per la comunicazione si riferisce essenzialmente alla sequenza sismica Umbro-marchigiana, iniziata il 24 agosto, mentre la mia intervista riguarda la Garfagnana e cita semmai castelfiorentino o in generale parla di regime distensivo delle faglie.
    Quindi ho chiarito questo aspetto con l’Ufficio Stampa INGV e magari risentitevi anche voi, perchè Ufficio Stampa oggi non ricordava di aver parlato con nessuno di Noi TV SULLA GARFAGNANA ed ha detto di “non aver avuto indicazioni …………..”

    Per il resto qualcun altro e non certo io giudicherà le “unità di crisi di enti di ricerca del confine Umbria Marche durante sequenze sismiche “, senza dirigenti tecnologi sismogeochimici, come me, che da anni si occupano di precursori di terremoti IN AREE SISMICHE CONTINENTALI IN ITALIA… penso più di ogni altro geochimico in Italia, come numero di pubblicazioni durante e dopo crisi sismiche dal 1990 (allegherò lettere e CV a chi me lo chiede).

    Putroppo certi giornalisti spesso non conoscono certi termini tecnici e possono far travisare i cittadini, anche per chi non ha mai usato la parola “previsione” di terremoti, che mi pare stia divenendo un tabù, mentre su you tube o su La repubblica semprerebbe che vi sia chi incoraggia questi studi di previsione sismica

  4. Fedora Quattrocchi


    Cara redazione di Noi TV,
    Lei mi chiede di cosa bisogna preoccuparsi ? Io non faccio nessuna previsione di terremoti o non terremoti, ma uso il buon senso: nel 1920 lo storico-naturalista De Stefani parlava di questo laghetto, delle sue fratture e modifiche in occasione del terremoto DEVASTANTE del 1920, con molti morti.
    Io vedo ora in modo eclatante modificarsi di giorno in giorno il laghetto, con cittadini che vedono con i loro occhi questi movimenti asismici delle fratture che si aprono ed allungano. La zona è sede di tettonica attiva e neotettonica (si pensi monte perpoli) del Graben del Serchio (faglie appenniniche) da me abbondantemente descritte in una pubblicazione del 1990 ed anche dopo ingente lavoro svolto dal Professor Scandone e da Antonio Moretti (uno deceduto poverino e altro in Abbruzzo ora) ed ho decine e decine di mappe di dettaglio di queste faglie, anche a pievefosciana e dintorni, gentilmente consegnatemi a Pisa da antonio Moretti.
    Io in vita mia NON HO MAI FATTO PREVISIONE DI ALCUN TERREMOTO ed ho un recente attestato di stima, sul mio CV sismogeochimico, del massimo esperto di terremoti in italia che mi serve ora per certi scopi legali, visto che ho fatto ricorso al TAR per un concorso interno INGV. Altro non posso dirle e non mi va di continuare questa discussione. Il giornalista de Il Tirreno ha avuto una mail da parte mia perche non mi ha mandato la bozza finale del suo articolo per il ricontrollo dei termini tecnici e lo avevo pregato di NON usare il termine “previsione di terremoti” e vedo che carinamente lui non lo ha fatto.

    Ogni illazione in questo senso – ovvero dire o scrivere che io ho parlato di “previsione di terremoti”, serve a qualcuno per giustificare qualcosa che non entra nulla con la mia ricerca sismogeochimica.
    In ogni caso mi pare di aver capito che la questione è molto spinosa e la Magistrastura ha aperto un fascicolo qualche giorno fà (indipendentemente quindi dalla mia intervista!!!!!) e quindi conservo tutte le mail, trascrizioni, foto e quanto altro per quando qualcuno mi chiamerà a testimoniare quello che ho visto e sentito e vi assicuro che io lavoro “in sicurezza”.

    Un abbraccio a tutti in Garfagnana

    Fedora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.