“Rompi il silenzio” studenti contro la violenza sulle donne

LUCCA - Il Centro Servizi Volontariato Toscana ha organizzato un flash mob grazie alla collaborazione degli studenti delle scuole di secondo grado che hanno dato vita alla scritta "rompi il silenzio" sul campo dello stadio Porta Elisa. L'iniziativa rientrava nel programma della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

-

I ragazzi delle scuole di secondo grado del territorio di Lucca sono stati i protagonisti del flash mob organizzato dal CESVOT nell’ambito della giornata internazionale contro la violenza sulle donne in programma per il 25 novembre. I ragazzi si sono ritrovati allo stadio Porta Elisa, messo a disposizione dal Comune per l’occasione, e indossando un poncho rosso hanno formato la scritta “rompi il silenzio” in mezzo al campo da gioco. La scritta è stata scelta tra le molte inviate al CESVOT dalle classi partecipanti. Un modo concreto di sensibilizzare i giovani su una tematica particolarmente delicata come la violenza di genere.

All’iniziativa hanno partecipato anche l’assessore del comune di Lucca Ilaria Vietina, le rappresentanti dei centri anti violenza che promuovono la tutela delle donne e la Croce Verde oltre alla responsabile del codice rosa della ASL di Lucca Piera Banti e il provveditore agli studi Donatella Buonriposi che ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento degli studenti su queste tematiche.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento