Snai, tutto rimandato al 6 dicembre in attesa del parere dell’Inps

ROMA - Sulla Snai adesso la parola passa all'Inps, che dovrà chiarire quale tipo di ammortizzatori sociali possono essere applicati ai dipendenti Snai e Cogetech. Sarebbe questo lo sviluppo più importante emerso dalla riunione di oggi a Roma tra azienda e sindacati.

-

“La discussione è stata rimandata al 6 dicembre – spiega il segretario della Cgil Fiom di Lucca, Mauro Rossi – in attesa che l’Inps si pronunci su questo aspetto tecnico”.
Secondo Rossi non è ancora escluso che possano essere applicati i contratti di solidarietà. O se invece, come vorrebbe l’azienda, si virerà sulla cassa integrazione.
“Di certo – ha detto il segretario Fiom _ per la prima volta è emersa la volontà comune, quindi sottoscritta anche dall’azienda, di poter applicare gli ammortizzatori sociali sugli esuberi”.
Esuberi che nel frattempo a Porcari sono scesi da 64 a 62, ma solo perché due dipendenti hanno accettato il trasferimento a Milano.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento