Gesam Le Mura batte Torino e accede alla final four; il Ragusa in semifinale

BASKET A1 DONNE - Lucca accede alle finali della competizione grazie ad un finale devastante, ai danni di una Fixi Piramis Torino che, come all’andata in campionato, ha fatto sudare e non poco il team biancorosso per tre-quarti. Finisce 78-62 al PalaTagliate, dopo un match combattuto, fatto di tira e molla, poi preso in mano da Wojta, Pedersen e dalla solita difesa fatta di grinta e intensità.

-

 

Fra una settimana le due squadre si ritroveranno in campionato e, senza dubbio, sarà ancora battaglia. Alla Final Four accedono anche Schio, Venezia e Ragusa, l’avversaria lucchese nella semifinale del 24 febbraio. Gesam (senza Battisodo, fuori per un problema ad un piede) parte subito bene, Wojta e Harmon non sbagliano un colpo (6 e 8 punti nel quarto), mentre Torino si affida a Bruner per rimanere attaccata alle biancorosse, in vantaggio dopo i primi dieci 21-13. Nella seconda frazione Lucca abbassa l’intensità difensiva e le ospiti ne approfittano. Pertile (tripla), Quarta e Davis (tripla) ricuciono il gap, fino al sorpasso, 29-28, a tre dal termine, prima che Pedersen trovi il gioco da tre del +2 subito dopo. Nel finale segnano Harmon e Dotto, ma Kacerik sforna sette punti consecutivi, che valgono il +1 Torino al ventesimo (38-37). Nella ripresa si combatte punto a punto. La zona avversaria tenta in tutti i modi di frenare le trame lucchesi, brave a non mollare e trovare il break, al minuto 28, grazie agli affondi di Harmon, Dotto e alla tripla di Crippa, per il 54-47. Torino però non sta a guardare e trova nuovamente il sorpasso a fine quarto con la tripla di Davis e il gioco da tre di Bruner (55-54). E’ Wojta ad infiammare il PalaTagliate nell’ultima frazione, 7 punti in tre minuti (12 nel quarto) che consentono a Gesam di tornare avanti 65-59. Lucca difende con grinta, Torino è in difficoltà ed infatti il divario si allarga, fino al 78-62 finale, che consente alle biancorosse di accedere alla Final Four della competizione, in programma il weekend del 25 e 26 febbraio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.