Gesam Le Mura ci riprova e vuole fare 13 contro il forte Ragusa

BASKET A1 DONNE - La sfida del Palatagliate è il match-clou della quarta giornata del girone di ritorno. Dopo la sofferta vittoria di Torino, le biancorosse di coach Diamanti vogliono continuare nella lunga striscia di vittorie. Turno agevole per Schio e Venezia rispettivamente contro Vigarano e La Spezia.

-

 

Non ci sono dubbi. Le luci della quarta di ritorno del massimo campionato di basket femminile sono puntate sul Palatagliate di Lucca. Gesam Le Mura-Passalacqua Ragusa rappresenta il bigmatch della giornata ove si consideri gli impegni invero piuttosto agevoli delle inseguitrici. Lucca difende il primato dalle insidie di Schio e Venezia rispettivamente lontane due e quattro punti ma con le venete che devono recuperare la gara proprio al PalaMinardi di Ragusa. Compito non semplice per le biancorosse parse piuttosto imprecise e opache nella pur vittoriosa trasferta di Torino. Del resto, dopo un girone di andata a dir poco brilante per non dire entusiasmante, era fisiologico che potesse starci anche un calo da parte di Crippa & C. Non pare preoccupato coach Diamanti il quale sa che nel corso di una stagione può capitare, così come del resto che ci sono avversari, vedi Torino, che per caratteristiche tecniche e fisiche possono risultare anche indigesti. La Dotto e la Harmon hanno tenuto a galla la navicella biancorossa nelle ultime gare. Ora l’auspicio è che anche le altre sappiano ritrovare una condizone e un rendimento pari alla loro bravura. Del resto il mese di febbraio sarà importante anche perchè nell’ultimo week end ci sarà la final four di Coppa Italia dove Lucca affronterà in semfinale, guardacaso, proprio Ragusa. Le biancoverdi siciliane (che qui vediamo nel loro blitz al palatagliate del 19 dicembre 2015) hanno perduto qualcosa rispetto alle stagioni precedenti ma rappresentano pur sempre un ostacolo severo ed insidioso. Insomma, ci vorrà un Gseam tonico e “cattivo” per risolvere la pratica e cogliere così quella che sarebbe la 13esima vittoira consecuiiva.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento