Le rassicurazioni del DS Obbedio; nuovo deferimento per la Lucchese

CALCIO LEGA PRO - Puntata scoppiettante la 17esima stagionale di "Curva Ovest". In primo piano il momento davvero critico della Lucchese e l'improvviso spostamento di giovedì pomeriggio dell'allenamento della prima squadra dall'Acquedotto al Porta Elisa. Intervenuto telefonicamente il D.S. Antonio Obbedio sparge ad ampie dosi fiducia e rassicura sulla compattezza del gruppo. Inoltre conferma che la società sta cercando il sostituto di Terrani.

-

 

Dopo averci dormito su una notte, mettiamola cosi: la preoccupazione cresce alla Lucchese e un pò di malumore comincia ad affiorare anche all’interno dello spogliatoio nonostante il grande lavoro di mediazione di Galderisi e dello stesso DS Obbedio. Il giorno della ripresa del campionato, domenica 22 ad Alessandria, si avvicina a grandi passi e ancora pare arduo pronosticare quale Lucchese vedremo opporsi alla capolista sul prato del vecchio Moccagatta. In tal senso ciò che è successo giovedì pomeriggio, col mancato arrivo della squadra all’Acquedotto e relativo dirottamento dell’allenamento sul Porta Elisa dove si è tenuta una lunga e vivace riunione, è di per sè un chiaro segnale, quasi una sorta di campanello di allarme. Che poi il DS Obbedio, intervenuto telefonicamente nel corso della 17esima puntata stagionale di Curva Ovest, abbia voluto ridimensionare la situazione, fa parte del gioco delle parti. Il direttore della Lucchese ha risposto con franchezza alle nostre domande. Dalla cessione di Terrani, una opportunità, e si sta cercando un sostituto, ad eventuali altre partenze che dovranno essere confortate da un importante ritorno economico. Vero altresì che alcuni calciatori hanno chiesto di essere ceduti. Comunque Terrani, già al Perugia, ed eventuali altri partenti saranno rimpiazzati. Alla fine Obbedio ha voluto spendere parole di rassicurazione nei confronti di una tifoseria che coi suo messaggi ha palesato parecchia delusione e sconcerto dopo le ultime vicende societarie. In tal senso un ruolo fondamentale potrà svolgerlo Galderisi. Al di là dell’aspetto tecnico, toccherà al Nanu con il suo carisma e la stima che può vantare all’interno dello spogliatoio, tenere unito un gruppo che alla luce delle ultime vicende rischia di andare in frantumi. E forse questa al momento è la partita più difficile complicata da vincere. In attesa di eventi e di settimane che si profliano molto calde.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento