Sfuma l’Acquedotto, allenamento allo stadio per la Lucchese

CALCIO LEGA PRO - La Lucchese non si è presentata all'Acquedotto dove avrebbe dovuto disputare una partitella in famiglia contro la formazione Berretti. La squadra si è allenata invece allo stadio Porta Elisa. La grave situazione societaria rischia di cominciare a pesare anche sui calciatori.

-

Un giovedì pomeriggio grigio e freddo nella lunga crisi societaria che da tempo attanaglia la Lucchese. Siamo arrivati all’Acquedotto alle 15 e abbiamo inutilmente atteso pe 45′ l’arrivo della squadra e dell’allenatore Giuseppe Galderisi. Al campo erano già presenti invece il vice Cavalletto, e parte dello staff tecnico come Biato, Niccolai e il team manager Vanni Pessotto. I minuti trascorrevano e mentre i ragazzi della Berretti, contro cui si sarebbe dovuta giocare un’amichevole in famiglia, sgambavano di buona lena, è subentrata la convinzione che qualcosa di strano stesse accadendo. Indubbiamente gli ultimi avvenimenti dei giorni scorsi, e la perdurante incertezza su un futuro più che mani nebuloso, rischiano di avere ripercussioni anche sul gruppo che finora ha denotato grande professionalità. Nulla Acquedotto per la Lucchese che dopo un lungo colloquio tra Galderisi e la squadra, si è allenata come ci ha riferito il team manager Vanni Pessotto, allo stadio Porta Elisa. La tensione comunque rimane alta e sarebbe opportuno che i dirigenti rossoneri, da giorni poco vicini alla squadra, dessero qualche segnale. Ne va del bene e del futuro della gloriosa Pantera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.