Presidio lavoratori SNAI alla sede INPS

LUCCA - Nella delicata problematica aziendale della SNAI di Porcari si è inserita quella relativa all'accesso agli ammortizzatori sociali da parte dei lavoratori, dopo che l'INPS ha disposto verifiche sull'effettiva validità dei contributi versati dall'azienda nel settore industria e non in quello del commercio.

- 1

 

“Sarebbe un furto” si legge su uno dei cartelli appesi fuori dalla sede INPS di piazzale della libertà. Sono i lavoratori SNAI aderenti alla CGIL che hanno manifestato con un presidio di protesta a lanciare il grido di allarme. All’interno della crisi dell’azienda di Porcari infatti, si è inserita la problematica relativa al versamento dei contributi assistenziali, che secondo l’istituto di previdenza, non sarebbero dovuti andare al settore industria, ma bensì a quello del commercio. Una situazione paradossale che rischia di lasciare i lavoratori senza ammortizzatori sociali proprio nel momento in cui l’azienda ha annunciato esuberi e trasferimenti.

Commenti

1

  1. Anna Lisa Oliverio


    Se così fosse… nel senso che la SNAI è commercio… allora ridiamo ai dipendenti la 14ma mensilità di 15 anni che è stata tolta, proprio perché passata industria, con i relativi interessi e risarcimento danni… Sinceramente non ho parole… E mi domando… per l’ennesima volta… LO STATO E CHI TUTELA I DIRITTI DEI LAVORATORI… DOVE SONO??!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.