Ucci rilancia la sfida nel CIR 2017; ancora in bilico Scandola e Campedelli

MOTORI - Scatterà con il 40esimo rally del Ciocco (17-19 marzo) il CIR 2017. Otto le prove in programma per rilanciare la sfida al campione in carica Giandomenico Basso orientato sull'europeo. Paolo Andreucci rilancia la sfida per il decimo titolo tricolore. Ancora da definire il futuro di Campedelli e Scandola i suoi rivali più accreditati.

-

 

Paolo Andreucci ci riproverà. Sicuro. Il CIR 2017 nasce al’insegna della voglia del campione garfagnino di cogliere il decimo alloro che lo farebbe entrare definitivamente nella leggenda del rallismo italiano. Si ripartirà dal 17 al 19 marzo con il 40° rally del Ciocco e della Valle del Serchio, quindi sulel stradec di casa dell’alfiere della Peugeot e della sua fida compagna di macchina e di vita, Anna Andreussi. La loro Peugeot 208 R5 T16 avrà i necessari sviluppi tecnici per tornare competitiva e colmare il gap evidenziatosi nello scorcio finale del 2016 nei confronti di Skoda e Ford. Il resto dovrà mettercelo, e ce lo metterà, il popolare Ucci che alla soglia dei 52 anni ha ancora grinta e classe da vendere. La sconfitta dello scorso anno brucia ancora e non poc per un campione abituato a primeggiare ormai da anni.

Da capire chi si opporrà ad Andreucci vistro che regnano sovrane ancora più incertezze che realtà. Intanto il campione in carica Basso potrebbe anche non difendere il suo fresco titolo visto che la BRC pareva orientata ad affidare al rampante Simone Campedelli il ruolo di prima guida col vicentino dirottato più sugli impegni internazionali. Ma nei giorni scorsi tra le due parti ci sarebbe stata qualche frizione. Da capire anche il destino di Scandola e della Skoda Italia. Il veronese vorrebbe restare ma i programmi non sono ancora definiti. Annotazione finale su Luca Panzani. Il 25enne pilota lucchese si avvicina al rendez-vous con il classico e prestigioso rally di Montecarlo dove alla guida di una Renault Clio R3 si giocherà una chance importante, forse la più importante della sua ancora giovane carriera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento