Lucca, in vendita all’asta una parte della ex Manifattura

LUCCA - E’ stato pubblicato oggi (9 febbraio) l’avviso di asta pubblica con il quale l’amministrazione comunale mette in vendita uno degli immobili che fanno parte del complesso dell’ex Manifattura Tabacchi.

-

Si tratta dell’edificio posto a ovest del parcheggio Cittadella, che ha una superficie di 6.218 metri quadrati e un volume complessivo di 23.400 metri cubi e si presenta in parte a un piano, in parte a due e in parte a quattro piani. L’immobile ha attualmente destinazione produttiva.

Con questo bando che segue l’approvazione dell’Atto di indirizzo approvato dal consiglio comunale lo scorso mese di luglio, l’amministrazione Tambellini ha voluto dare avvio concretamente agli interventi di valorizzazione di quei 2/3 dell’ex Manifattura (in tutto 17.225 metri quadrati), che non rientrano nel Piuss e che saranno invece oggetto di specifico Piano attuativo.

Mentre va avanti il cantiere della parte di Manifattura che rientra nell’Accordo di programma con la Regione – dichiara il sindaco Alessandro Tambellini – , con questo avviso d’asta cominciamo a dare corpo anche all’altra parte dell’ex monopolio di Stato, quello in cui a nostro avviso dovrà trovare sede tutta una serie di funzioni utili e innovative che nel giro di alcuni anni renderanno il centro storico della nostra città ancora più attrattivo. Diversificando l’offerta all’interno di grandi contenitori di innegabile pregio come quello della Manifattura, andandovi a collocare una serie di servizi al cittadino e alle imprese, potremo ridare impulso nuovo alla città murata, che a nostro avviso deve far leva sulla sua vocazione di centro direzionale, di cultura e di innovazione”.

La vendita dell’edificio ex Manifattura Tabacchi, per un prezzo a base d’asta di 5.000.000 di euro, costituisce il secondo lotto dell’asta pubblica che si svolgerà alle 9 di mattina del 16 marzo nella sala Corsi di palazzo Santini. Il primo lotto riguarda la vendita dell’ex Guardia di Finanza di piazzale Risorgimento (prezzo a base d’asta di 1.950.000 euro).

Tutta la documentazione relativa ai due immobili è visionabile all’ufficio Valorizzazione del patrimonio ed espropri di palazzo Parensi. I soggetti interessati potranno chiedere di effettuare un sopralluogo negli edifici oggetto dell’asta.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento