Galderisi rimodella la Lucchese; scocca l’ora di Raffini e D’Auria

CALCIO LEGA PRO - La pioggia ha costretto la Lucchese ad annullare la prevista amichevole con la Cuoiopelli e dirottare l'allenamento del giovedì dallo stadio all'Acquedotto. Galderisi pare orientato a cambiare rispetto alla squadra battuta dalla Lupa Roma. Si profilano almeno tre novità: Maini al posto dello squalificato Dermaku ma soprattutto il lancio in attacco di Raffini e D'Auria.

-

 

La fastidiosa pioggia di queste ultime ore ha costretto la Lucchese a rivedere il programma del giovedì che inizialmente prevedeva l’amichevole al Porta Elisa con la Cuoiopelli, compagine di Eccellenza che veleggia senza infamia e senza lode a metà classifica. Tutto annullato con la truppa rossonera che si è trasferita armi e bagagli all’Acquedotto. Il prato dello stadio va preservato anche perchè domenica (ore 14,30) arriva il Como. Quello contro i lariani di mister Gallo, anche alla luce di un febbraio più nero che rossonero, è così diventato una sorta di crocevia stagionale. Dopo l’atteso (e puntualmente arrivato) secondo punto di penalizzazione, la classifica suggerisce che sono 8 i punti di vantaggio sulla zona playout. Tanti, pochi ? Galderisi la vede così.

Capitolo-formazione che va delineandosi. La squalifica di Dermaku comporterà l’inserimento di Maini al centro della difesa sorretto dai soliti esperti Espeche e Capuano. Quattro gli elementi a comporre la linea mediana con Tavanti, Bruccini, Mingazzini e Nolè visti gli acciacchi di Cecchini. Ma le novità più ghiotte si profilano nel reparto avanzato dove accanto al solito Fanucchi, che tornerà trequartista, dovrebbe agire l’estroso D’Auria (turno di riposo per De Feo) alle spalle di Raffini finalmente in rampa di lancio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento