Scoperto dai Carabinieri Forestali canile abusivo di razza pregiata

LUCCA - I Carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo del Gruppo di Lucca, allertati dai militari del Comando Stazione dei Carabinieri di San Concordio, hanno scoperto un canile abusivo di razza pregiata.

-

All’interno della recinzione c’erano ben trenta cani, di cui diciotto cuccioli pronti per la vendita, tutti ammassati in box di misure inadeguati e non idonei a garantire condizioni igienico sanitarie soddisfacenti, privi di apparati di canalizzazione e smaltimento dei liquami, che erano ammassati in un angolo.

La razza degli animali, American Staffordshire terrier, era pregiata e gli animali, la cui vendita veniva anche pubblicizzata su internet, fornivano un cospicuo reddito alle persone che gestivano il canile abusivo. Gran parte degli animali presente è risultata non essere iscritta al registro canino e non avere il microchip obbligatorio; nonostante ciò ai compratori veniva fornito il pedigree del cane, che invece può essere emesso solo in presenza dei requisiti sopra citati. Per questo reato, e per accertare la destinazione dei cani già venduti, sono tutt’ora in corso accertamenti.

In ogni caso i gestori del canile sono stati sanzionati per una serie di violazioni amministrative ai sensi della Legge regionale 59/2009 e del D.P.R. 320/54. Inoltre è stato prescritto ai responsabili del canile di provvedere con urgenza all’applicazione dei microchip identificativi a tutti i cani che ne erano sprovvisti, al fine della registrazione all’anagrafe canina, ed è stato chiesto all’Autorità competente (Sindaco) di disporre il successivo trasferimento urgente di tutti gli animali in strutture (canili) autorizzati.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento