G7 ci siamo, oggi inizia; ieri visita lampo del ministro Alfano

LUCCA - Visita lampo del ministro Alfano alla vigilia del G7 dei ministri degli esteri. Su Palazzo Ducale, dove proseguono gli ultimi lavori, sono comparse le bandiere dei paesi partecipanti. Dalle 18 gran parte del centro storico accessibile solo a piedi a residenti e commercianti.

-

Visita lampo a Lucca del ministro degli affari esteri Angelino Alfano che è giunto in Prefettura nel tardo pomeriggio per un vertice con la Prefetto Maria Laura Simonetti per un aggiornamento riguardo i preparativi per il G7 in programma domani e martedì. Intanto alle 18:00 è iniziata la graduale chiusura delle zone off limits del centro storico. Fino alle 18 di martedì, l’area contrassegnata col colore blu, che comprende una larga fetta del centro storico, sarà accessibile solo a piedi a residenti dell’area stessa e commercianti. Da adesso infatti si entra nel vivo delle disposizioni messe in atto in occasione del vertice del G7 che partirà domani. Ma per tutta la giornata è stato un susseguirsi di provvedimenti che hanno interessato soprattutto il traffico veicolare. Alle otto della mattina la ZTL è stata estesa a tutto il centro storico, mentre alle 13 è scattato il divieto di sosta nella zona “blu”, quella che circonda palazzo Ducale e palazzo Orsetti..i divieti della zona blu saranno estesi, da lunedì alle 9:00 anche alla zona “verde”, intorno alla Cattedrale, e a quella “gialla”, intorno a  San Francesco. Parcheggi gratis per tutti negli stalli blu all’esterno delle mura. Intanto all’interno dei palazzi che ospiteranno le delegazioni fervono i preparativi. Palazzo Orsetti sarà la sede della cena che si svolgerà lunedì sera, e gli addetti stanno preparando i tavoli nella sala verde e nella sala degli specchi. Palazzo Ducale sarà la sede vera e propria dei meeting e all’esterno sono state posizionate le bandiere degli stati partecipanti al G7, più la bandiera dell’Unione Europea. Pronto anche il media center che è stato ospitato all’interno della chiesa di San Francesco. Per quanto riguarda la sicurezza visibile, sono stati tolti i cestini e le buche per le lettere all’interno della zona blu, sigillati i tombini e potenziato il sistema di videosorveglianza con l’aggiunta di nuove telecamere. Posizionati anche i new jersey in cemento per impedire l’ingresso di veicoli a tutte le aree interdette.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento