Restauri terminati, la Fondazione restituisce le Mura al Comune

LUCCA - Dopo quattro anni di lavoro e un investimento di oltre 12 milioni di euro, che ha attirato altri 5 milioni dagli enti pubblici, la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca restituisce al Comune le Mura urbane, che erano state affidate anche giuridicamente all'ente di San Micheletto.

-

Il termine dei restauri è stato ufficializzato con una cerimonia in San Francesco. Dopo le introduzioni del presidente della Fondazione, Arturo Lattanzi e del sindaco Tambellini, è stato il responsabile tecnico Franco Mungai a passare in rassegna i lavori eseguiti, che hanno interessato 78mila metri quadrati di paramento esterno, casermette, porte d’accesso e altre strutture, con l’aggiunta del recupero della Casa del Boia, che da decenni versava in stato di abbandono. E’ stata la più grande opera di restauro della Mura mai realizzata dalla loro costruzione.

Qualcuno ci ha pure accusato di aver speso troppo, ha detto Mungai, ma per il paramento alla fine abbiamo speso 20 euro al metro quadro, cioè quanto la tinteggiatura della parete di un’abitazione, ha detto il responsabile dei lavori.

Prima della cerimonia nel giardino degli Osservanti è stata inaugurata la nuova struttura, ricavata dalle ex stalle al Giardino degli Osservanti che ospiterà il bar ristorante gestito dall’Anfass. Uno spazio di oltre 500 metri quadrati sul quale la Fondazione ha investito un milione di euro.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento