Bolognana ricorda i dieci caduti sul lavoro del 1939

GALLICANO - Era la sera del 24 novembre del 1939, quasi 78 anni fa, e la SELT-Valdarno stava realizzando nella Valle del Serchio delle dighe artificiali e gallerie di condotta delle acque per lo sfruttamento idroelettrico. E fu proprio in una di quelle gallerie che a causa di una frana si consumò la tragedia e persero la vita dieci operai nei pressi di Bolognana.

-

 

Così ogni anno il 1° Maggio la piccola comunità di Bolognana e l’amministrazione comunale di Gallicano in collaborazione con Enel, ricordano i caduti sul lavoro con una sentita cerimonia. A perenne ricordo di quanto accadde quella terribile sera di tanti anni fa, è stato realizzato un imponente monumento dove sono scritti tutti i nomi delle persone che persero la vita in quel tragico incidente. Dopo la Santa Messa celebrata da Don Emiliano Lovi ha preso il via la parte istituzionale. Tanti gli interventi che si sono susseguiti. Poi alcuni giovani della scuola primaria di Gallicano hanno fatto rivivere quei momenti per mezzo di racconti; Loris Martiri ha letto alcune poesie che nel passato giovani studenti avevano dedicato a questa tragedia. Infine, dopo una breve esibizione degli sbandieratori di Gallicano, si è proceduto alla deposizione delle corone d’alloro ai caduti sul lavoro. Nel corso della manifestazione più volte si è ribadita l’importanza della sicurezza sul lavoro: Albero Sfolcini -Resp Enel Business Emilia-Toscana

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.