Porcari rende omaggio a Gusmano Cesaretti

PORCARI - Allestita nei locali della biblioteca Cavanis, una mostra omaggio a Gusmano Cesaretti, fotografo nato a Porcari ed emigrato ni AMerica dove è diventato uno dei testimoni più importanti della vita di strada degli anni 70, e ha collaborato con numerosi attori e registi di Hollywood

-

Sabato 6 maggio h.11, alla presenza dell’autore tornato appositamente dall’America,  sarà inaugurata nei locali del Centro Culturale Cavanis la mostra con la quale la comunità porcarese intende rendere omaggio a Gusmano Cesaretti, fotografo di fama internazionale emigrato da Porcari nel 1969 per cercare fortuna in America dove è stato tra i primi fotografi a testimoniare la vita di strada della Los Angeles degli anni 80. La mostra è a cura della Biblioteca comunale e di Riccarda Bernacchi e presenta il ritratto nella fotografia di questo grande artista.  Per l’occasione, dalla sua ricca e florida produzione artistica, sono stati scelti alcuni scatti tra diversi periodi storici e luoghi geografici che hanno per soggetto il ritratto: i volti della sciamana nel Mexico meridionale, la bambina del Panguai  in Thailandia, l’uomo della strada a Los Angeles, il ragazzo nella periferia di Chicago, il bambino con la pistola in mano a Panama, le donne di East Los Angeles. Ognuno di loro è il particolare racconto di un incontro, di una vita vissuta ai margini. Una storia guardata da vicino, senza paura e senza orpelli dove tutto ciò che conta è l’ascolto dell’altro senza rumore di sottofondo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento