Quella volta che la Lucchese ha espugnato il campo dell’Arezzo

CALCIO LEGA PRO - Cresce l'attesa per il match di sabato sera tra Arezzo e Lucchese valevole per il primo turno dei playoff. Lopez deve fare i conti con gli acciacchi di Espeche e Nole che però alla fine ci saranno. Arezzo favorito anche se Moscardelli è in dubbio. Attenzione ai precedenti: nel novembre del 2015 la Pantera passò ad Arezzo con doppietta di Fanucchi.

-

Matteo Nolè e Marcos Espeche tengono in ansia Lopez. In realtà i due, rispettivamente capitano e vice capitano della Lucchese, hanno tempra e spirito da vecchi guerrieri nonchè attaccamento straordinario alla maglia per cui in questi tre giorni saranno “gestiti” e alla fine, ne siamo convinti, risponderanno presenti all’appello, del match playoff di Arezzo. Fino a prova contraria si profila la partita più importante dell’intera stagione visto che in caso di vittoria, unico risultato a disposizione della Lucchese, si schiuderebbero spiragli di gloria ed altre due partite da giocare (andata e ritorno) contro la vincente di Padova-Albinoleffe. Al di là di Espeche e Nolè il tecnico rossonero non dovrebbe apportare particolari modifiche all’undici di partenza che a grandi linee ricalcherà quello delle ultime settimane. Capitolo-Lopez. La sensazione, e non solo quella, è che già la prossima settimana ci sarà questo agognato incontro tra i dirigenti e il 50enne allenatore romano. Sul tavolo una conferma che pare scontata e che la qualificazione ai playoff ha sancito e ribadito, laddove ce ne fosse stato bisogno. Insomma, Obbedio-Lopez è l’accoppiata tecnica da cui si ripartirà. Un pallone gonfio di speranze racconta di quella volta, e non è passato troppo tempo, che la Lucchese ha violato lo stadio di Arezzo. Era il 15 novembre 2015. La formazione di casa si portò in vantaggio in avvio di ripresa con questa rete di Cori. La Lucchese, curiosamente guidata da un paio di settimane proprio da Lopez, reagì con orgoglio e grazie ad una doppietta di Jacopo Fanucchi colse una vittoria di fondamentale importanza. Chissà che il fantasista rossonero non stia pensando di ripetere tali prodezze…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento