Arriva il fortissimo Parma, magica Lucchese facci ancora sognare

CALCIO LEGA PRO - Domenica sera l'attesissimo match di ritorno tra rossoneri e gialloblu emiliani. In palio un posto in semifinale. Nella Lucchese resta il dubbio-Mingazzini. Si riparte dal 2 a 1 a favore del Parma. Possibili supplementari e rigori. Al Porta Elisa ci sarà il pubblico delle grandi occasioni.

-

La rifinitura al Porta Elisa (rigorosamente a porte chiuse) non ha sciolto gli ultimi dubbi di mister Lopez che in realtà poi di un unico dubbio si tratta. Ma è un quesito grosso, di quelli che potrebbero cambiare l’esito del quarto di finale con il Parma, o perlomeno indirizzarlo, diciamo condizionarlo. Naturalmente ci riferiamo alle condzioni fisiche, e alle possibilità di recupero, di Nicola Mingazzini. L’esperto mediano rossonero, 37 primavere ma ancora una leadership e una regia impeccabili in mezzo al campo, è alle prese con un problema muscolare riemerso nel retour match di Bergamo con l’Albinoleffe. Impossibile vederlo in campo a Parma il tecnico rossonero è tentato di rischiarlo nell’attesissima gara di ritorno contro i ducali ma è chiaro che una decisione verrà presa solo pochi minuti prima del match. Qualora il Minga dovesse gettare la spugna è pronto Merlonghi. Per il resto Lucchese confermata e dunque in campo con il 3-5-2, ovvero: Nobile in porta; Espeche, Dermaku e Capuano in difesa; Tavanti, Bruccini, Mingazzini, Nolè e Cecchini in mediana; Fanucchi e De Feo in attacco. Difficile capire che tipo di partita verrà fuori anche perchè si riparte dal 2 a 1 a favore del Parma maturato mercoledì sera al Tardini. La Lucchese deve recuperare una rete di svantaggio e se riuscirà a farlo entro il 90esimo si procederà ai supplementari ed eventualmente ai calci di rigore. Sul piano tattico Lopez non vorrà sbilanciarsi troppo lanciandosi casomai all’assalto solo nel finale per non concedere spazio alle micidiali ripartenze di Calaiò e compagni. Il tutto davanti al pubblico delle grandissime occasioni. Il Porta Elisa presenterà un magnifico colpo d’occhio, come non si vedeva da anni. Chissà che anche questo non aiuti i rossoneri a compiere un’altra impresa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.