Danno fuoco al container dove dorme un giovane rom; fermati due romeni

MASSAROSA - La Polizia ha posto in stato di fermo a Milano due persone di nazionalità romena: sono accusate di tentato omicidio per aver appiccato il fuoco ad un container dove stava dormendo un rom di 27 anni. Il fatto è avvenuto lunedì scorso presso il campo nomadi di via Brentino a Massarosa.

-

 

I fermati sono Cosmin Novacovic, 23 anni, e il nipote diciassettenne. Secondo quanto appurato dalla polizia, Novacovic, che aveva appena finito di scontare una penda detentiva per rapina, si trovava a Viareggio da alcuni giorni in visita alla sorella e aveva avuto con il rom residente al campo del Brentino una discussione per futili motivi, sfociata poi in una colluttazione. Prima di andarsene il romeno aveva minacciato il 27enne. Lunedì’ Novacovic si è recato al campo rom, facendosi accompagnare dal nipote minorenne, ed ha dato fuoco al container. Fortunatamente il 27enne si è accorto di quello che stava accadendo ed è riuscito a mettersi in salvo, pur riportando ustioni alle gambe, alle braccia e sul viso.

I due responsabili dell’incendio sono stati rintracciati in un albergo di Milano.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento