La Lucchese riparte da Lopez e Obbedio; il futuro è già adesso

CALCIO LEGA PRO - Archiviata una stagione lunga e intensa la società rossonera è già al lavoro per programmare la prossima. I primi tasselli per ripartire saranno la conferma dell'allenatore e del direttore sportivo. E l'amministratore unico Carlo Bini conferma che ci sarà l'ingresso di nuovi soci.

- 1

Il futuro è già adesso a pochi ore dall’eliminazione dai playoff per mano del Parma e con la ferita che ancora brucia, la Lucchese si proietta verso nuovi orizzonti. Intanto il finale di stagione, una stagione lunga, intensa e frenetica con ridondanti colpi di scena, è stato più che lusinghiero, anzi esaltante. Nonostante il rischio di un terzo clamoroso fallimento e almeno un paio di mesi, nel cuore dell’inverno, vissuti sul filo del rasoio o del precipizio, la squadra ha saputo ricompattarsi arrivando a giocarsi addirittura le semifinali per l’accesso alla B. Di ciò va dato merito al tecnico Lopez che senza inventare nulla, ma con sano pragmatismo, ha saputo mettere in campo una squadra ordinata e capace di non sfilacciarsi mai. Peccato che proprio nel doppio match coi parmensi alcuni errori in fase difensiva abbiano fatto la differenza. Ecco, Lopez che si è meritato la conferma, e con lui anche il DS Antonio Obbedio, uno che sarebbe rimasto a prescindere e sul quale i soci della Lucchese nutrono tantissima fiducia. Lopez-Obbedio per costruire la nuova Lucchese che potrebbe conservare l’intelaiatura-base su cui innestare elementi giovani ma di spessore tecnico. Ripartire avendo le idee chiare può rappresentare un bel vantaggio per presentarsi fra circa un mese o giù di lì con l’organico quasi completato nel ritiro estivo. Che salvo colpi di scena sarà a Fiumalbo nel cuore dell’appennino tosco-emiliano dove la Pantera saliva già ai tempi della serie B…

Commenti

1


  1. e il ritiro della lucchese chi lo paga?

Lascia un commento