L’asfalto del Roma Capitale per chiudere il CIR

MOTORI - La pausa estiva del Campionato Italiano Rally volge al termine con Andreucci che da capoclassifica deve rintuzzare i ritorni di Scandola e Campedelli. Ci sono infatti soltanto due prove a separare il pilota di Castelnuovo e la sua compagna Anna Andreussi da uno storico decimo titolo italiano.

-

Due prove su asfalto, fondo sul quale la Peugeot e le pirelli hanno dimostrato di soffrire meno rispetto alla terra la forza della Ford Fiesta e della Skoda Fabia. I motori torneranno infatti a rombare al prossimo Rally di Roma Capitale in programma dal 15 al 17 settembre 2017. Andreucci dovra’ fare attenzione pero’ proprio a Scandola che l’anno scorso lo supero’ di fronte a un pubblico straripante. Dopo 151 chilometri di gara a seprarali ci furono meno di sei secondi. A dimostrazione che le strade laziali piacciono a tutti e tre i piloti in corsa. Il campionato 2017 vedra’ poi il suo epilogo con il Due Valli. Ma quella è un’altra storia e a quell’epoca i giochi per la vittoria finale potrebbero anche essere gia’ chiusi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento