Attenzione a raccogliere erbe e fiori, al mortale Colchicum autunnale

VALLE DEL SERCHIO - I fiori che vediamo, sono dei Colchi il loro nome scientifico è Colchicum autunnale, Nei nostri servizi all'interno del Tg Noi ma anche nella trasmissione " I colori del Serchio " abbiamo più volte sottolineato ai nostri telespettatori di non raccogliere erbi e fiori da utilizzare in cucina se non si conoscono perfettamente le specie raccolte.

-

 

Lo stesso Naturopata Marco Pardini ripete sovente di non improvvisarsi medici e raccoglitori. Proprio in un servizio di alcuni mesi fa abbiamo richiamato la vostra attenzione sulla famiglia dei Crocus, il crocus Vermus o napolitanus che nasce spontaneo nel periodo pre-primaverile e non è utilizzabile in cucina;  l’altro, quello più pregiato è il Crocus Sativus non nasce spontaneo ma deve essere coltivato e dal quale vengono raccolti gli stimmi che si trasformano nel preziosissimo safferano. Poi c’è il Colchicom autunnale che assomiglia molto alle altre specie, ma questo . . . è un fiore che se mangiato è mortale.

Pochi giorni fa è costata la vita a questa coppia 70enne Padovana, che pur non avendo la benché minima conoscenza nè botanica, nè gastronomica, hanno raccolto questi fiori e li hanno cucinati con il risotto, il marito è deceduto quasi all’istante tanto da far pensare ad un infarto, la moglie pochi giorni dopo. Abbiamo riportato questa notizia di cronaca in quanto spesso ci occupiamo della promozione e della riscoperta della cultura degli erbi boni, ma la raccolta deve essere fatta sempre da persone esperte e non improvvisarsi raccoglitori, in quanto le insidie mortali non sono solo nei funghi ma anche in tantissime specie comuni botaniche.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.