Cede la gru per la posa dei lumini di Santa Croce; muoiono due operai

LUCCA - Gravissimo incidente sul lavoro in via Veneto a Lucca. Per cause in corso di accertamento è terminato a terra il cestello della gru della ditta Morelli che stava posizionando i lumini di Santa Croce sulla facciata dei palazzi.

- 2

Un gravissimo incidente sul lavoro in centro storico a Lucca è costato la vita a due operai, di 54 e 61 anni. Il fatto è accaduto in via Vittorio Veneto, a due passi da una piazza San Michele affollata di turisti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti i due operai, a bordo di un’autoscala della ditta Morelli, stavano posizionando i portalumini per la processione di Santa Croce ai piani alti di palazzo Pretorio. Per cause ancora in corso di accertamento la parte superiore del pistone idraulico del mezzo ha ceduto di schianto ed il cestello è precipitato a terra da un’altezza di circa 10 metri.
L’impatto non ha lasciato scampo a Eugenio Viviani, di 54 anni, residente a Santa Maria del Giudice, che è morto praticamente sul colpo. Il suo collega Antonio Pellegrini, 61 anni, di Lammari, è inizialmente sopravvissuto ed è stato portato all’ospedale San Luca, dove però  è morto pochi minuti dopo il suo arrivo.
Nessun passante è rimasto coinvolto nell’incidente. E sono state proprio alcune persone che si trovavano sul posto a fornire la prima sommaria assistenza ai due.
In via Veneto oltre al 118 sono arrivati anche i Vigili del Fuoco e le forze dell’ordine. C’era anche il personale del dipartimento del lavoro della Asl, che dovrà chiarire l’esatta dinamica di quanto accaduto.

Sul luogo del tragico incidente si è recato anche l’arcivescovo Italo Castellani. In segno di vicinanza alle famiglie colpite dal lutto Castellani ha manifestato l’intenzione di far svolgere senza lumini la processione.

Il sindaco di Lucca Tambellini ha annunciato che sarà proclamato il lutto cittadino nei giorni dei funerali dei due operai morti mentre montavano i lumini per la processione di Santa Croce. “Un fatto gravissimo che getta nello sgomento la città” ha detto il sindaco.

Commenti

2


  1. Nel 2017 si muore ancora per mancata sicurezza sul posto di lavoro. È inaccettabile.


    • Perchè questi giudizi affrettati e gratuiti? non credi sia meglio che facciano delle indagini adeguate e fatte da persone competenti invece di puntare subito il dito contro un azienda ( peraltro storica a Lucca)?
      diamo tempo al tempo, ma ormai dobbiamo rassegnarci, in Italia siamo tutti giudici e avvocati…

Lascia un commento