Arrestato pusher marocchino con 800 dosi di eroina

VIAREGGIO - Le Fiamme Gialle di Viareggio mercoledì hanno arrestato, in flagranza del reato, un pusher tunisino, domiciliato a Torre del Lago e con numerosi precedenti per spaccio: con sè aveva quasi ottanta grammi di eroina, pronti per essere ceduti alle piazze dello spaccio.

-

L’extracomunitario, da poco uscito dal carcere lucchese, è stato fermato a bordo di uno scooter in compagnia di un consumatore abituale di droga, mentre era in procinto di cedergli una dose.

Il comportamento dei due uomini, in evidente stato di agitazione, ha indotto i finanzieri ad approfondire il controllo, estendendolo anche presso un vicino canneto ubicato all’interno della ex discarica di Viareggio, dove era stato abilmente occultato il quantitativo di droga, pari a circa ottocento dosi, che se avesse raggiunto le piazze dello spaccio della Versilia, avrebbe fruttato proventi per migliaia di euro.

Il pusher è stato giudicato per direttissima nella mattinata odierna presso il Tribunale di Lucca, dove il Giudice ha condiviso l’operato della Guardia di Finanza, disponendo la detenzione domiciliare dell’uomo, fino all’inizio del processo previsto per il prossimo 18 dicembre.

L’azione svolta a contrasto del traffico di sostanze stupefacenti da parte del Corpo tende a salvaguardare i cittadini, ma soprattutto i più giovani, dai dannosi effetti delle droghe cosiddette pesanti, come quella sequestrata.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento