Fusione in Appennino Garfagnana, 2 su 3 ma pochi i votanti

GARFAGNANA - Non sono stati molti i cittadini che sono andati a votare nei giorni di domenica 29 e lunedì 30 ottobre per il referendum consultivo per decidere la fusione dei comuni di Fosciandora, Pieve Fosciana e San Romano Garfagnana nel comune unico di “Appennino in Garfagnana”. In due comuni su tre ha vinto il si, a Pieve Fosciana però la vittoria è molto risicata di solo 12 voti,

-

 

 

Andiamo a vedere i risultati nel dettaglio:

A Fosciandora hanno votato il 47,9 % per un totale di 283 voti

Hanno detto NO il 55,4 % esattamente 153 voti validi

Hanno detto SI il 44,9 % esattamente 125 voti validi

Pieve Fosciana Votanti 850 – 33,85 %

Hanno detto No il 48,35 % esattamente 411 elettori

Hannop detto SI il 49,88 % esatatmente 424 elettori

15 sono le schede tra nulle e bianche 1.7 %

San Romano Garfagnana votanti 565 il 36,73 %

Hanno detto No il 42,12 % esattamente 238 elettori

Hanno detto Si il 57,52% esattamente 325 elettori

Con questi risultati si è creata una situazione di assoluta incertezza tra coloro che proponevano la fusione, se a Fosciandora il No ha vinto di 10 punti in percentuale a Pieve Fosciana il SI ha vinto di soli 12 voti.

E’ lo stesso sindaco Angelini a prendere tempo per una decisione così importante che riguarda il suo comune che è uscito da questo voto completamente diviso, se considera poi che solo un anno fa lo stesso sindaco fu eletto con una percentuale da record di oltre il 77% è chiaro che si sono espressi in modo contrario anche gli stessi elettori del primo cittadino.

Il risultato di San Romano in Garfagnana conferma le aspettative della giunta guidata da Pier Romano Mariani assolutamente a favore della fusione

Lascia per primo un commento

Lascia un commento