Addio a Piero Pierotti, uomo simbolo della lotta alle distrofie

PIETRASANTA - Si è spento all'età di 75 anni Piero Pierotti, fondatore ed anima pulsante della Sezione Versilia della Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare. Il suo impegno nel campo sociale iniziò dopo la scoperta della grave malattia genetica del compianto figlio Andrea, morto nel 2010.

-

Una scomparsa, quella di Piero Pierotti, che getta nello sconforto tutta Pietrasanta. Con affetto e dolore lo ricordano gli attivisti della Uildm Versilia.

“Quando alla fine degli anni ’70 ha scoperto la malattia genetica del figlio Andrea, non si è chiuso nel dolore dell’evenienza, ma da lì ha tratto vigore per dedicarsi anima e corpo, e con personale impegno finanziario, alle problematiche relative alla disabilità in tutte le sue sfaccettature, facendo sì che il problema personale divenisse occasione per lottare per l’affermazione dei diritti di tutti i diversamente abili.
“Nell’ottobre 1980 si è fatto promotore della creazione della Sezione UILDM di Pietrasanta, progettando e realizzando nel tempo le modalità di servizio ai disabili. Dà lì, i servizi di trasporto e fisioterapia erogati gratuitamente, la creazione di una casa vacanze totalmente agibile (in locali allo scopo avuti in concessione dalla Amministrazione Comunale), la costante vigilanza affinchè venisse attuata la normativa in materia di barriere architettoniche da parte degli enti pubblici preposti.
Grazie alla spinta di Piero Pierotti e alla sua fede nella ricerca scientifica, la Sezione UILDM Versilia ha portato, fin dagli esordi del 1990, la Maratona Telethon nelle piazze della Versilia, contribuendo con risultati significativi.”
Le esequie di Piero Pierotti si svolgeranno a Pietrasanta mercoledì 29 novembre alle ore 15,30 presso la Cappella del Ricovero (retro complesso S.Agostino), vicino a Villa Ciocchetti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento