Fondazione Crl, ecco il primo bando a sostegno dell’attività ordinaria

LUCCA - La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha attivato il primo bando per la concessione dei contributi nel 2018. Si tratta del Bando a sostegno dell’attività ordinaria, rivolto a soggetti privati residenti e operanti nel territorio della provincia di Lucca, con esclusione delle cooperative ed imprese sociali.

-

Il bando resterà aperto fino al 15 dicembre 2017 e avrà per obiettivo il sostegno alle attività svolte nell’ambito di specifici settori ammessi: Arte, attività e beni culturali, Crescita e formazione giovanile, Volontariato, filantropia e beneficenza, Sviluppo locale ed edilizia popolare locale, Salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa, Assistenza agli anziani,
Educazione, istruzione e formazione.
Si tratta di una grande novità: per la prima volta infatti la Fondazione ha predisposto un bando dedicato al sostegno della sola attività ordinaria, non riferibile ad alcuno specifico progetto, ma necessario per consentire l’equilibrio economico finanziario dell’ente richiedente, che comunque dovrà essere in grado di garantire la presenza di un cofinanziamento.
La procedura online di presentazione delle domande è disponibile sul sito www.fondazionecarilucca.it. La scadenza per inserire le richieste on-line è il 15/12/2017, mentre le richieste cartacee, precedentemente inserite e confermate on-line, dovranno essere inviate esclusivamente per posta entro il 29/12/2017.
Il Bando a Sostegno dell’attività ordinaria è il primo dei 4 bandi che la Fondazione Cassa di Risparmio ha previsto di attivare. A breve uscirà il Bando generico per progetti vari, a dicembre sarà la volta di quello per Progetti a sostegno delle categorie sociali deboli e infine a gennaio sarà aperto il bando per Interventi su beni culturali.
I tre bandi che saranno aperti prossimamente sono dedicati esclusivamente al finanziamento di progetti specifici. Pertanto all’interno di questi bandi non potranno essere ammesse domande di contributo relative all’attività ordinaria dell’ente, qualunque sia l’ambito di intervento.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento