Lucchese deve sfruttare il Porta Elisa ma Lopez ha gli uomini contati

CALCIO C - Dopo il bel pareggio di Viterbo la Lucchese ha ripreso al preparazioen in vista dele due prossime gare intern: mercoledì il Prato e domenica l'Alessandria. Lopez potrà fare turn over ma fino ad un certo punto. Magli e Mingazzini si candidano per una maglia da titolari.

-

Nulla da dire: la Lucchese dell’anticipo di venerdì sera a Viterbo è piaciuta. La squadra di Lopez ha confermato di costituire una piacevole realtà del torneo. Due volte in vantaggio e due volte è stata raggiunta da una rabbiosa Viterbese che val la pena ricordare è una delle migliori compagini del torneo e non a caso la squadra di Nofri Onofri è stata anche in testa alla classifica. I rossoneri hanno sciorinato buon calcio e fraseggi che ai punti li avrebbero dovuti premiare ma si sa nel calcio non valgono le regole del pugilato e di altri sport. Ottima gara di tutto il complesso con una nota di merito per il solito Fanucchi ad illuminare la scena, al capitano Matteo Nolè che ha ritrovato anche la via del gol, all’attaccante De Vena, uno che non riempirà gli occhi ma che la pagnotta se la guadagna sempre. Da sottolineare anche la notevole spinta di Cecchini a sinistra e le probanti conferme dei giovani Baroni e Damiani.

Archiviato il match del Rocchi si guarda ai prossimi due impegni casalinghi: mercoledì sera il Prato e domenica pomeriggio l’Alessandria. Intanto la trasferta in terra laziale ha lasciato strascichi preoccupanti dall’infermeria. Capuano si è stirato e starà fuori per due-tre settimane così com’è ancora lontano il recupero di Del Sante. E non ci sono buone notizie neppure sul conto di Tavanti, Maini, Merlonghi e Bortolussi tanto che alla fine Lopez si ritroverà con gli uomini contati, o quasi. Eppure un piccolo turn over dovrà pur farlo. Le soluzioni si chiamano e chiamano ad una maglia da titolari due elementi esperti come Magli al centro della difesa e Mingazzini a fare il metronomo. Contro il Prato in evidente difficoltà tuttavia sarà bene non fidarsi e giocare con assoluta concentrazione. Sfruttare le due gare casalinghe, poi sarà la volta della deludente Alessandria, vorrebbe dire insediarsi in modo robusto nella parte sinistra della classifica che di questi tempi sarebbe risultato davvero lusinghiero.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento