Lucca irriconoscibile, Schio vince troppo facile

BASKET A1 DONNE - Pesante sconfitta casalinga per la Gesam Gas Lucca che di fronte ad un Palatagliate gremito si arrende a Schio troppo facilmente: 76-52 il finale per le venete.

-

 Al Palatagliate si respira l’aria della grande sfida. Arriva Schio, l’avversario di sempre, l’avversario battuto contro ogni pronostico nella finale scudetto. Oltre 1.100 persone al palazzetto per sostenere una squadra biancorossa che dopo qualche indecisione nelle prime sfide ha mostrato grinta e potenzialità da prima della classe. Barbiero recupera la Ududenko che non parte nel quintetto iniziale, ma che dalla panchina può essere l’arma in più. Prima dell’inizio della partita un minuto di silenzio per ricordare l’arbitro internazionale Gianluca Mattioli, scomparso improvvisamente nei giorni scorsi.
Quindi si parte e Schio mostra subito una marcia in più. I primi minuti sono un vero disastro in casa Gesam. La precisione al tiro assolutamente insufficiente e sotto le plance sono le ospiti a dominare grazie ad una trascinate Yacoubou che alla fine con 21 punti risulterà la migliore realizzatrice della partita. Alla fine del primo quarto, sotto 23-6, Barbiero prova a strigliare le sue e a cambiare qualcosa, ma l’inerzia della gara è questa. Lucca mai capace di sfondare in avanti con efficacia, Schio implacabile davanti e dietro: il divario si allarga fino al +25 di fine tempo. Il copione del secondo tempo non cambia, Lucca è troppo timida sui due lati del campo per impensierire un Famila in ottima serata che tocca anche il +31. Nell’ultimo quarto la Gesam ci mette l’orgoglio e fa in mod che il distacco diventi meno pesante: vince Schio meritatamente, 76-52 il finale.
A fine partita l’analisi limpida di coach Barbiero “Non siamo scesi in campo, stasera non posso salvare niente”. Adesso servirà archiviare in fretta questo stop e pensare già alla prossima sfida, molto difficile: di nuovo al Palatagliate, per riscattarsi subito di fronte al proprio pubblico, contro San Martino, una delle sorprese del campionato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.