Michela Fanini, un bel finale di stagione; presa la Greta Marturano

CICLISMO - Bilancio stagionale positivo per la “Michela Fanini” che ha rimediato ad un inizio 2017 balbettante con un finale di grande spessore. La formazione di patron Brunello Fanini, infatti, si è messa in evidenza da metà estate in poi, quando le giovani (molte di loro alle prime esperienze nella categoria “elite”) sono cresciute e le esperte hanno trovato il giusto ritmo.

-

In particolare vanno sottolineate le prestazioni più che positive di Anna Ceoloni, continua per tutto l’anno, e di Monika Kiraly che invece ha avuto un andamento pieno di alti (conquista del titolo di campionessa d’Ungheria sia in linea che a cronometro a giugno) e bassi. L’atleta magiara ha comunque finito l’anno solare più che bene piazzandosi in buona posizione al Giro dell’Emilia. Discorso a parte per Edwige Pitel che aveva iniziato la stagione con il morale a mille, forte della maglia di campionessa di Francia indosso, ma che è incappata quasi subito in un grave infortunio (rottura scomposta dello scafoide della mano sinistra); un guaio che l’ha costretta a scendere dalla sella per molti mesi compromettendo quello che avrebbe dovuto essere il suo ultimo anno. Nonostante tutto Edwige ha trovato la forza di tornare in bici, di vincere alcune gare nazionali e di ottenere un ottimo quinto posto alla “Cronometro delle Nazioni” la gara internazionale che, di fatto, chiude il calendario europeo. La società lucchese l’ha subito riconfermata, ma sarà la stessa atleta transalpina a decidere se, a 50 anni, proseguire o ritirarsi dal professionismo. A proposito di conferme, la prima è per il direttore sportivo Mirko Puglioli che al suo primo anno fra le donne ha dimostrato un livello di preparazione e una passione con pochi eguali in tutto il panorama femminile. “Mirko è stata unagraditissima sorpresa – ha sottolineato il presidente Brunello Fanini – è uno dei migliori ds che la società abbia mai avuto; vogliamo che resti con noi il più a lungo possibile”. Fra le atlete vestiranno la prestigiosa maglia della “Michela Fanini” anche nel 2018: l’ungherese Monika Kiraly e le italiane Francesca Balducci, Elisa Dalla Valle, Alessia Dal Magro e Anna Ceoloni. Tra i volti nuovi per la prossima stagione, la formazione di patron Brunello Fanini ha ingaggiato l’ucraina Olechka “Olga” Shekel, elite dal 2013.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento