Anagrafe antifascista: aderisce la vice presidente del Senato Di Giorgi

STAZZEMA - Il vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi si è iscritta all'anagrafe italiana degli antifascisti, proposta dal sindaco Maurizio Verona. Ne dà notizia la stessa Di Giorgi.

-

“Nel giorno del 70/o anniversario della Costituzione della Repubblica italiana, l’idea avanzata dal sindaco di Stazzema è quanto mai importante e significativa”, sottolinea in una nota.

“L’idea – aggiunge il vicepresidente del Senato –  “rappresenta un gesto concreto a difesa dei principi sanciti nella nostra Carta costituzionale. I valori impressi nella nostra Carta sono troppo spesso bistrattati e dati per scontati. Per questo, in un momento in cui tornano ad affacciarsi sulla scena ideologie che fanno dell’intolleranza la loro bandiera, è necessario ribadirli con fermezza da parte di tutti coloro che credono nella democrazia”.
Di Giorgi invita i suoi “colleghi ad iscriversi all’anagrafe per far parte, tutti insieme, del primo, seppur virtuale, Comune antifascista italiano”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento