“Corpo morto a paratia” di Pasquale Sgrò verso la prima ristampa

VIAREGGIO - Luciano Luciani lo ha definito un noir, un poliziesco intrigante che fa del protagonista e della città in cui si muove i suoi punti di forza; ma non solo. Sta andando veloce verso la prima ristampa il romanzo d'esordio di Pasquale Sgrò "Corpo morto a paratia".

-

 

In occasione di questo vicino traguardo, la meravigliosa Sala Viani della Galleria d’arte moderna di Viareggio ha ospitato la presentazione del volume. Al fianco dell’autore il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, il professor Luciano Luciani ed Elisa Tambellini che ha proposto al pubblico alcuni brani del giallo. Protagonista del romanzo è Carlo Felicino, ispettore del lavoro che si trova però a dover indagare su un omicidio, commesso niente meno che sulla Costa Concordia. L’ispettore, però, si muove a Viareggio, dove – Sgrò immagina – è stata costruita la mega nave. In quella Viareggio che ama profondamente.

Quello su cui indaga Felicino non è un omicidio “tipico”. Bensì conseguenza di un’anima criminale presente anche nella “Viareggio bene” tra droga, prostituzione e sfruttamento del lavoro. Ma quanto c’è di vero in ciò che ha scritto Sgrò?

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.