Incendio Rox, il sindaco di Porcari chiude l’asilo nido e invita a stare in casa

PORCARI - Dopo l'incendio che ha distrutto il magazzino dell'azienda di calzature Rox, il sindaco di Porcari Leonardo Fornaciari, in attesa delle analisi dell'Arpat sui fumi sprigionati dal rogo, ha firmato un'ordinanza con la quale si chiede ai cittadini di adottare comportamenti prudenti.

-

Questo il testo dell’ordinanza. “Il sindaco invita tutta la popolazione residente nel territorio del Comune di Porcari, nonché chiunque a qualunque titolo si trovi a frequentare la fascia di territorio limitrofa, vista la caduta di ceneri e polveri a seguito delll’evento, ad adottare i seguenti accorgimenti e comportamenti:
– Tenere per quanto possibile chiuse porte e finestre

– Rimanere all’interno delle abitazioni ed evitare esposizioni all’esterno ed
attività ricreative all’aperto;
– Lavare accuratamente e abbondantemente prima dell’uso, frutta, verdura
ed ortaggi;
– Evitare di stendere biancheria all’aperto;
– Lavare con acqua balconi,terrazzi e davanzali, ecc;

Inoltre in via precauzionale la chiusura dell’Asilo Nido, del Centro Anziani e della Biblioteca Comunale. Detti  comportamenti dovranno essere tenuti fino a che gli organi competenti, Asl, Arpat e Vigili del Fuoco non certificheranno la cessazione del pericolo derivante dall’evento, e comunque fino all’emissione di nuove comunicazioni. Sara’ cura dell’ amministrazione comunale tenere informata la popolazione sull’evolversi della situazione, attraverso i mezzi di informazione locali utilizzando anche il sistema di chiamata tramite l’Alert System.

Anche il Comune di Capannori ha emesso un’analoga ordinanza. Il provvedimento invita la cittadinanza a tenere chiuse porte e finestre, lavare abbondantemente e accuratamente prima dell’uso frutta, verdure ed ortaggi , a non stendere biancheria all’esterno, ad evitare di stazionare all’aperto e di svolgervi attività ricreative e sportive, a lavare con acqua corrente davanzali e terrazzi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.